Le News della Rete delle Scuole di Biodanza Italiana - Rete Scuole Biodanza Italia IBF

Vai ai contenuti

STORIA E SVILUPPO DELLA BIODANZA FINO ALLA NASCITA DELLA INTERNATIONAL BIODANZA FEDERATION

Rete Scuole Biodanza Italia IBF
Pubblicato da in News · 27 Settembre 2020
Tags: BiodanzaFederazione

Un video a cura di Sergio Cruz, attuale Presidente di Ibf, che racconta gli sviluppi della organizzazione di Biodanza fino alla costituzione dell'attuale International Biodanza Federation:


Di seguito il testo in italiano del video

Cari amici di Biodanza!  Buon giorno a tutti!
Sento che è importante che mi presenti, so che molti ancora non mi conoscono.
Sono Sérgio Cruz, brasiliano, da 30 anni vivo in Europa a Bologna/Italia.
Sono un biodanzante dal 1980/81, dai primi gruppi di Rolando Toro Araneda in San Paolo del Brasile. Sono stato chirurgo dentista per 15 anni, e quando ho scoperto la Biodanza nei primi gruppi regolari di Rolando, Biodanza iniziò ad essere parte integrante della mia vita.
Nel 1986 ho iniziato a facilitare gruppi di Biodanza, ma continuavo anche il mio lavoro di dentista in San Paolo. Quando nel 1988 il prof. Rolando Toro venne in Europa per la prima volta, dietro invito e organizzazione di Raùl e Veronica, Alan e Goretti Antille, Rolando invitò ad accompagnarlo un piccolo gruppo di facilitatori, tra i quali scelse anche me. È avvenuto che si è aperto un portone, una avventura nella mia vita. Abbiamo viaggiato per due mesi con Rolando, proponendo stage di Biodanza in Svizzera, Francia e Italia. Non mi rendevo conto che tutto si stava trasformando incredibilmente. Due mesi biodanzando con Rolando Toro in Europa. Questo è stato nel maggio/giugno del 1988. Il cambiamento è stato tanto forte per me, che a settembre dello stesso anno sono tornato da solo in Europa, proponendo stage di Biodanza a Parigi, Milano, Venezia, etc… Nel 1989 sono tornato in Europa per 7 volte, ci alternavamo nei gruppi europei, Rolando Toro, Raul Terren ed io. Nel 1990 Rolando mi disse “andiamo a vivere in Italia, almeno per un periodo”. Mi sono preso un anno sabatico e sono venuto in Italia. Abbiamo iniziato a lavorare insieme sulla espansione del movimento di Biodanza in Europa, che in seguito è stata anche l’apertura per altre parti del mondo. Quindi dall’Europa al resto del mondo.
Oggi sono direttore della Scuola di Biodanza Rolando Toro di Bologna, che ha più di 25 anni. Ma posso anche dire con orgoglio che ho collaborato con Rolando nella strutturazione ed espansione del movimento mondiale. Ho lavorato direttamente con Rolando Toro per quasi 30 anni, tanto nella parte metodologica come negli studi della musica e sulla sua semantica per la Biodanza, la voce e molti altri temi di studio importanti per il sistema Biodanza e la sua metodologia.
Bene, sono qui…
_____________________________
Passando alla seconda parte di questa comunicazione, mi piacerebbe parlare di alcuni aspetti storici della vecchia IBF, così penso sia più facile capire i punti che ci hanno portato alla IBF Federation di oggi:
Noi insieme a Rolando, in molto poco tempo ci siamo resi conto della importanza della professionalizzazione in Biodanza, tanto nelle scuole di formazione, come anche nel lavoro dei facilitatori, con stage mensili, gruppi regolari e istituzionali.
È stato quando abbiamo iniziato a costruire strutture di base per dare sostegno giuridico alla “professione di Facilitatore di Biodanza”.
Abbiamo iniziato registrando il marchio “Biodanza Sistema Rolando Toro” come anche il logo dell’Airone, che nasce con un disegno fatto da Rolando Toro Araneda.
Era molto importante ufficializzare il metodo per le scuole di formazione offrendo un diploma di facilitatore riconosciuto e soprattutto internazionale.
Quel che avevamo fino a quel momento era soltanto la ALAB – Associazione Latino Americana di Biodanza, che era l’unico organo di coordinazione della metodologia, delle scuole e dei facilitatori.
Quindi in Europa dovevamo anche sviluppare delle strutture. Abbiamo iniziato nel 1994, quando abbiamo organizzato il primo congresso europeo di Biodanza in Italia. Abbiamo creato qualcosa di simile alla ALAB sudamericana, ma con la differenza che si trattava già della costruzione di una “Associazione Europea di Facilitatori di Biodanza”, ossia, di Facilitatori. Lo stesso Rolando voleva fosse un organo coordinatore generale delle Scuole e dei Facilitatori Europei.
Ma, in pochi anni, continuavamo ad espanderci e dovevamo pensare a qualcosa di più grande, che fosse un organo di coordinazione mondiale, non soltanto Europeo o Sudamericano.
Per noi che lavoravamo direttamente con lui, ci sembrava fosse una “Fondazione Rolando Toro” e Rolando parlava di creare una “Fondazione Rolando Toro”.
Con molta determinazione abbiamo iniziato a strutturare una organizzazione che potesse dare ufficialità alla professionalizzazione del Sistema Biodanza di Rolando Toro Araneda (il marchio, i diplomi internazionali, il programma unico di formazione, regolamenti mondiali per unificare le scuole, etc.).
Abbiamo iniziato a stimolare la costituzione di diverse associazioni nazionali di facilitatori di Biodanza.
Nel 2003, da un gruppo molto ristretto, al quale una parte di noi ha partecipato, fu dunque fondata la IBF, che tutti noi immaginavamo fosse la “Fondazione Rolando Toro”. Cinque anni più tardi, nel congresso mondiale di Venezia-Italia del 2008, ci siamo riuniti gli otto membri nominati da Rolando come “Consiglio Direttivo” di questa IBF. In quel frangente abbiamo verificato che la nuova struttura era una azienda privata costituita in Irlanda e non una “Fondazione Rolando Toro”.
IBF – International Biocentric Foundation ha coordinato molto bene il movimento mondiale di Biodanza, soprattutto quando Rolando Toro Araneda era ancora con noi, e manteneva l’unione del movimento mondiale delle scuole che stavano già funzionando nei cinque continenti, l’espansione continuava con tutta la sua forza. Eravamo già in Australia, Stati Uniti. Messico, Canada, Sud Africa, Giappone, Israele, Russia, Siberia, Lettonia, Estonia, Norvegia, Svezia, Irlanda, Slovenia, Grecia, Polonia, più recentemente in Repubblica Ceca, in realtà, tutte le nazioni dell’Europa Occidentale, anche se è difficile nominarle tutte poiché dimentichiamo sempre qualcuna. Ovviamente la Biodanza era già ben sviluppata in tutta l’America Latina.
Ciò che voglio dire è che la vecchia IBF ha svolto molto bene la sua funzione di coordinamento e unione metodologica per diversi anni.
Rolando Toro ci ha lasciato nel 2010, sono passati 10 anni in cui poco per volta iniziavano ad apparire diversità, benché la richiesta principale di Rolando Toro a tutti noi che lavoravamo direttamente con lui, ma anche in pubblico, voi ricorderete, gridando, Rolando ci diceva, “Unione, Unione e sempre più Unione”. Abbiamo delle registrazioni video di questo momento storico di Rolando Toro.
In questi ultimi dieci anni senza Rolando, anche con diversità, siamo riusciti a stare tutti insieme in questa “Avventura Biocentrica” di “Siamo UNO”.
La vecchia IBF dopo Rolando, vede Raùl Terren come presidente per quasi 5 anni, ed io come presidente simbolico della vecchia IBF negli ultimi 4 anni.
Ma questa impresa IBF che è stata la nostra guida per diversi anni, non poteva continuare, era una impresa e non una fondazione. Quando nel marzo del 2017, senza ancora completare la successione di Rolando benché fossero passati 7 anni, la “Camera di Commercio di Dublino, in Irlanda ha deciso di dissolvere IBF per mancanza del completamento del processo di successione dei beni e marchio appartenenti a Rolando Mario Toro Araneda ai suoi possibili eredi.
Nessuno di noi la chiuse, né tantomeno è stata una bancarotta, al contrario, sono avanzati soldi nel conto bancario della IBF.
Anche con tutte le difficoltà, in questi dieci anni senza Rolando, il movimento di Biodanza e le sue scuole sono rimaste unite, a parte alcune poche scuole che cominciarono a immaginare di creare qualcosa di proprio. Siamo 180 scuole insieme, nei 5 continenti, quasi 230 direttori uniti, tutti in questo “Progetto Biocentrico mondiale”,
Ok… grazie…
_____________________________________________________
Sento ora di poter entrare nella terza parte della mia comunicazione:
La transizione alla IBF-Federation.
In tutti questi anni di turbolenze, noi direttori abbiamo cominciato a dialogare nei congressi mondiali, internazionali e nazionali, cercando di scoprire il modo migliore di creare una struttura che potesse dare nuovamente una base giuridica sicura per il movimento, stavamo senza la vecchia IBF. Una struttura di supporto ufficiale per le scuole di formazione e i suoi mille facilitatori del metodo Biodanza esistente oggi nei 5 continenti. Parlo molto seriamente.
Abbiamo unito gruppi di rappresentanti di varie associazioni o di reti nazionali di direttori di scuole del mondo, e abbiamo dialogato in una rete di e_mail, in cui eravamo con i rappresentanti nominati da queste associazioni o reti nazionali, quindi abbiamo parlato per più di un anno con conversazioni e discussioni in rete.
Studiando modalità di organizzazione. Ci parve chiaro che una fondazione vera non saremmo riusciti a farla, le regole erano molto severe e complesse per le fondazioni. Abbiamo scoperto che una federazione mondiale poteva essere l’alternativa più semplice e sicura per strutturare il Sistema che tanto amiamo e vogliamo uniti. Attenzione amici: questo movimento della federazione è di unione e non di separazione.
Mantenendo sempre la volontà di Rolando Toro Araneda e la tradizione già esistente della sigla IBF, molto conosciuta in tutte le parti del mondo.
Quindi nasceva l’idea della “International Biodanza Federation”. Una Federazione di Associazioni Nazionali di Scuole di Biodanza, con la prospettiva futura, di unirvi anche le diverse associazioni nazionali di Facilitatori del mondo.
Abbiamo deciso di iniziare il processo di unione, a partire dalle scuole di formazione. Mettere insieme e rafforzare i direttori del mondo.
Anche perché era molto importante per noi direttori del mondo, contemplare e onorare i diritti degli eredi del marchio Sistema Rolando Toro, quindi senza alcun dubbio riconoscere agli eredi le royalties del marchio e dei testi di Rolando Toro Araneda, ossia tutta la sua proprietà intellettuale. Non abbiamo mai pensato di appropriarci del metodo, siamo tutti direttori coinvolti totalmente con Rolando Mario Toro Araneda e il suo meraviglioso sistema.
Dialogando via e_mail con i rappresentanti delle associazioni nazionali, abbiamo formato un gruppo coordinatore, dando più impulso al fatto di costituire la nuova IBF. Con JuanRa Hernandez e Claudia Altamirano della Spagna, Laura del Piano Argentina, ed io che ero il presidente simbolico della vecchia IBF. Quindi noi 4 come gruppo coordinatore, supportato da tutti gli altri rappresentanti delle associazioni di direttori che già si stavano formando.
È stato quando abbiamo pensato di approfittare dei congressi ufficiali che stavano per partire. Uno in Europa e l’altro in America del Sud:
  1. Il congresso europeo di Siviglia-Spagna nell’ottobre 2018
  2. L’Incontro Regionale Sud del Sudamerica a Porto Alegre-Brasile nel novembre 2018.
In questi due eventi consecutivi, abbiamo fatto riunioni di direttori, in cui siamo stati in modo partecipativo per definire le prospettive future, stimolando e orientando le nazioni a che costituissero associazioni di direttori nazionali. I paesi che avevano soltanto una o due scuole, quindi, si univano per affinità ad altre associazioni nazionali, e così via.
Alla fine di questi due congressi ufficiali, di Siviglia e Porto Alegre, siamo usciti con un documento firmato da tutti i direttori. Effettivamente e simbolicamente si dava vita alla nostra Federazione Internazionale, che in settembre 2019 a Bologna-Italia siamo riusciti a registrarla ufficialmente. Il che significa che esiste ufficialmente e giuridicamente la IBFederation.
Abbiamo mandato una lettera a tutti i direttori di scuola, comunicando la decisione presa da circa centotrenta direttori di scuole del mondo presenti negli eventi di Siviglia e Porto Alegre.
Dopo pochi mesi, abbiamo ricevuto l’adesione firmata, con l’impegno di partecipazione di 180 scuole del mondo, rappresentate da quasi 230 direttori.
Per proseguire un processo partecipativo e “democratico”, abbiamo formato un consiglio provvisorio con la durata di un solo anno, per portare a termine i vari processi necessari e fondamentali per approvare tutto ciò che precedentemente era la IBF di Rolando Toro.
Ossia: convalidare tutte le scuole e i direttori nominati da Rolando Toro attraverso la vecchia IBF, allo stesso tempo convalidare tutti i diplomi di titolati e didatta nominati dalla precedente IBF. Convalidare il programma unico mondiale di formazione fatto da Rolando Toro Araneda, e le normative di base di funzionamento di tutte le scuole del mondo.
E il consiglio direttivo provvisorio si è formato con rappresentanti designati dalle associazioni nazionali già costituite. Le nomine sono state fatte dalle stesse associazioni, ossia, stavamo facendo un miracolo nel costituire una cosa che saremmo NOI. La IBFed come noi tutti. Qualcosa che non centralizzava, ma, al contrario, che democraticamente si coinvolgeva e abbracciava tutto il movimento mondiale delle scuole, e sperando anche di giungere alle associazioni di facilitatori del mondo. Ci incontriamo da quasi un anno e mezzo ogni martedì per due ore sulla piattaforma Zoom, tutte le settimane. Siamo 17 membri consiglieri.
Il nostro consiglio provvisorio in questo momento è formato da:
Sérgio Cruz, sono rimasto come presidente e coordinatore di questa transizione alla IBFed.
Laura del Piano – per la Associazione Argentina, come Vice Presidente IBFed.
Claudia Altamirano – per la Associazione Spagnola, come Segretaria IBFed.
José Neves – per la Associazione di Portogallo e Russia, come Tesoriere IBFed.
Più i consiglieri vocali:
Ezio Bertone – Associazione Italia/Grecia/Polonia
Birgit Mutze – Associazione Germania/Austria/Lettonia
Maria Angelina Pereira – per una delle Associazioni delle scuole del Brasile
Danielle Tavares – per l’altra Associazione di direttori del Brasile
Catherine Charbonnier – Associazione di Francia
Diana Zijlmans – Associazione di Olanda
Maria del Pilar Amaya – Associazione di Colombia
Maria Gracia Parra – Associazione di Messico e USA
Nelson Galante – Associazione di Venezuela/Perù/Repubblica Dominicana
Oscar Barboza – Associazione di Uruguay
Sylvie Tempel – Associazione di Israele/Sud Africa/Australia/Giappone
Claire Lewis – Associazione Inghilterra/Irlanda/Norvegia/Svezia
È rimasto come collaboratore e assessore specializzato: JuanRa Hernandez – di Spagna
Seguono i due segretari esecutivi che già erano in precedenza:
Adrian Scalise per America e
Giorgio Bonoli per Europa e resto del mondo.
Mantenendo la priorità totale di una gestione partecipativa e democratica. Ripeto ancora, dove cambia per noi il paradigma accentratore, per un nuovo paradigma di una IBF che siamo noi uniti. Compreso con un consiglio provvisorio di un anno, in cui abbiamo come previsione di fare una assemblea mondiale di IBF tra i mesi di ottobre/novembre prossimi, per eleggere democraticamente il nuovo consiglio IBF, con una durata di 3 o 4 anni, secondo quanto decideremo insieme in questa prossima assemblea IBF-Federation.
Scusate per la lunga durata di questo video, non sarei riuscito a farlo più breve.
Siamo qui carissimi fratelli di Biodanza!
Desidero dal cuore, fortuna per tutti noi, ma soprattutto il desiderio che la IBF-Federation sia veramente “nostra”, uniti partecipando da associazione ad associazione, decentralizzando da paese a paese, ma con una coordinazione comune e condivisa da tutti a livello mondiale.
Con molta determinazione, ma con tenerezza e cuore aperto vi dico:
Molte Grazie a tutti voi
Veramente, Grazie







IBF - INTERNATIONAL BIODANZA FEDERATION
scuoleibfitalia@gmail.com
Torna ai contenuti